MENDRISIO – Impegnato al Comunale contro l’Höngg, il Mendrisio era chiamato a vincere per restare attaccato al treno che porta alle finali di Prima Lega e staccare in classifica gli avversari di giornata. I momò, sorretti da un centrocampo di qualità e corsa, ci sono riusciti attraverso il bel gioco e una buona solidità difensiva.

Nel primo tempo la squadra di Ardemagni ha fin da subito preso in mano le redini del gioco, andando più volte vicino al gol con Sarr e Vinatzer, ma sulle rispettive conclusioni si è esaltato il portiere ospite De Almeida. Le buone trame proposte non sono però bastate per aprire le marcature e così, per un netto fallo dello stesso portiere sul numero 9 momò, ci è voluto un rigore per spezzare l’equilibrio. Rigore che Vinatzer ha trasformato con estrema freddezza.

Nella ripresa il ritmo imposto dei padroni di casa è sensibilmente calato e gli ospiti ne hanno approfittato perlomeno per mettere la testa fuori dalla propria metà campo. Dalle parti di Cataldo, fatta eccezione per una palla scivolata via a pochi passi dalla riga di porta, non ci sono però stati particolari problemi. E così il Mendrisio ha potuto esultare.

Nato nel 1996, frequenta il Bachelor di Scienze della Comunicazione all'USI di Lugano e collabora con la RSI in veste di redattore sportivo. Da marzo 2015 a settembre 2016 ha collaborato con il portale chalcio.com e da dicembre 2016 fa parte di rivistacorner.ch.