La notizia data oggi dal portale online della RSI è di quelle che fanno rumore.
La Pallacanestro Bellinzona ritira dal campionato di LNA la sua squadra. Dopo un finale di stagione in crescendo con il raggiungimento della finale di Coppa Svizzera la squadra della capitale chiude baracca. Motivo? Carenza di effettivi. Non ci sono ragazze per poter iscrivere la squadra al campionato 2018 -2019.

A difendere i colori del Ticino nella massima serie rimarrà quindi solo il Riva.
Sportmomò ha voluto sentire il Presidente delle momò, Francesco Markesch (nella foto Ti-Press), per capire avere un suo commento e capire se qualcosa cambia nelle strategie della società dopo questo ritiro.

Raggiunto telefonicamente gli abbiamo chiesto se questa notizia lo ha colto di sorpresa.
A dire la verità la voce di qualche difficoltà circolava già da uno o due mesi ma è certo che la notizia di oggi è di quelle che ti lasciano di stucco. Sono molto amareggiato.

Riva cambierà qualcosa nella prossima stagione?
No, non cambierà assolutamente nulla. Continueremo a lavorare con le giovani e le giovanissime come abbiamo fatto in questi ultimi anni. Questa è l’unica strada per garantire un futuro alla Società. La prossima stagione, grazie alla collaborazione con il Cassarate, porteremo da noi un paio di ragazze che hanno giocato in LNB“”.

Mancherà il Bellinzona al Riva? Certo! ma si tratta di una grave perdita per tutti, per il nostro basket cantonale ma anche per quello nazionale. Non si perde solo il derby, si perde una presenza importante e si torna a giocare un campionato a sette squadre. Un vero peccato!” – Poi, in chiusura, il Presidente vuole togliersi un sassolino dalla scarpa –  “Non mi dispiace solo per un personaggio in particolare arrivato a Bellinzona a mezza stagione pensando salvare lui tutto… e invece”. 

Lasciamo Francesco Marckesch partire per le sue meritate vacanze. Lo ritroveremo nuovamente in sella a settembre per la presentazione delle stagione 2018 – 2019 del MARY Group Riva Basket di serie A.