Il Chiasso c’è, è vivo. Per chi ancora ne dubitasse, la squadra di Mangiarratti ha dimostrato quest’oggi di potersela giocare con chiunque, compreso il Losanna di Contini. I rossoblù, partiti bene ad inizio partita, hanno subito mostrato carattere, senza però riuscire a trovare occasioni da rete. Al contrario, la formazione vodese ha saputo sfruttare subito la a prima vera occasione, andando in vantaggio al 26esimo con Pasche dopo un tiro ravvicinato. Nei restanti 20 minuti entrambe le formazioni hanno provato a creare il proprio gioco, ma tranne un pallonetto di Josipovic stampatosi a lato, fino al termine della prima frazione di gioco non accade accaduto più nulla. Ma è dal 45′ in poi che i 600 spettatori presenti al Riva IV assistono ad una vera e propria patita di calcio. Il Chiasso è tornato in campo più affamato e è stato subito premiato al 53esmo. Il solito Josipovic, abilissimo a segnare la sua quarta rete stagionale, ha battuto l’estremo difensore ospite in un 1 contro 1, portando in parità il risultato. È stato sempre il numero 9 poi a rendersi pericoloso dalle parti di Castella, ma il giovane attaccante classe 95’ non è riuscito a trovare il gol del sorpasso. Qualche minuto più tardi è stato Charleir a sfiorare la rete, ma il suo bellissimo tiro dalla distanza si è stampato sull’asta losannese. Il Chiasso ci ha creduto e ha preso coraggio, ma Monighetti e compagni non sono riusciti a trovare quella che sarebbe stata la meritata seconda rete. Al termine della partita infatti, le due formazioni si sono lasciate con il risultato di 1-1, con i rossoblù che avrebbero sicuramente meritato qualcosina di più.
Da segnalare in fine la presenza di 5 ragazzi Under 23 presenti nella formazione titolare e altri due ragazzi classe 99 entrati a partita in corso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

SHARE
Nato nel 1998, è attualmente un giardiniere paesaggista diplomato. In passato ha collaborato per quasi due anni con il portale Chalcio.com sia come fotografo e sia come membro della redazione.