CHIASSO – Quello che era ampiamente prevedibile alla vigilia si è effettivamente realizzato: Chiasso-Kriens è stata una partita maschia, rude, brutta. Era logico aspettarselo vista l’importanza della posta in palio dettata dalla classifica, con i ticinesi, ultimi, a provare a mettere la freccia ai danni dei lucernesi, penultimi a +2. E non ci è riuscito il Chiasso, bloccato su uno 0-0 che più veritiero non avrebbe potuto essere. Il risultato finale fa sì male per non essere riusciti ad abbandonare l’ultima piazza, che i rossoblù occupano addirittura dalla terza giornata, ma sostanzialmente non cambia quelli che restano i piani. Domani è un altro giorno e si riparte a 100 all’ora per riuscire ad avere la meglio sul traguardo in una volata che sarà incerta fino all’ultimo metro. È questa l’unica certezza della serata odierna.

Sulla partita c’è poco da dire, semplicemente le due squadre hanno sofferto l’importanza del match, che come succede spesso in questi casi finisce con un punto in più in classifica per tutti. Se c’è un rimpianto in casa Chiasso, è quello appunto di non essere riusciti a portare in campo quelle belle prestazioni che lo hanno contraddistinto in questa seconda fase della stagione. Da subito gli uomini di Raineri sono apparsi un po’ troppo sull’attenti e un po’ meno sfacciati del solito, fatta eccezione di Malinowski, unico insieme alla certezza Maccoppi a portare quel qualcosa in più sul piano tecnico. Quel che non si può di certo rimproverare ai padroni di casa, anche ci sarebbe stati da preoccuparsi se fosse stato il contrario, è l’impegno. Davvero lodevole la corsa, la tenacia e la voglia che tutti ci hanno messo dal primo all’ultimo. Ma d’altronde ha risposto allo stesso modo il Kriens, e questo spiega il risultato finale. Inutile leggere il taccuino delle occasioni da rete: semplicemente degne di nota non ce ne sono state, anche perché l’arbitro Horisberger ha sorvolato nella ripresa su due presunti tocchi di mano nell’area ospite. E la storia-salvezza di questo campionato prosegue, con una partita in meno da disputare…