Ora si fa dura. Impossibile? No, ma quasi. Dopo il pareggio contro lo Sciaffusa di ieri, che poteva essere un risultato utile solo se lo Xamax non fosse andato a punti con la capolista GC (finita poi 1-1), la distanza che divide il Chiasso e la Challange League è paragonabile a tre reti.  Ultimi a -3 dai neocastellani, squadra che i rossoblù sfideranno giovedì, Maccoppi e compagni sono costretti dunque a vincere con 3 reti di scarto per poter superare in classifica lo Xamax e ottenere una salvezza che sarebbe paragonabile ad un vero e proprio miracolo sportivo.

Che non fosse facile uscire con i 3 punti alla Lipo Park contro lo Sciaffusa si sapeva, ma dopo un primo tempo deludente, che ha visto la squadra di Raineri praticamente incapace di reagire alla rete del vantaggio firmata dell’ex Pollero, i rossoblù sono scesi in campo per una ripresa più convincente, mostrando per alcuni sprazzi di giochi buone trame. Al 76esimo è il neoentrato Cortesi a riaccendere le speranze, che con una capocciata porta il risultato in parità. Da li in poi ci si aspettava, o meglio, si sperava un assedio rossoblù, ma a fare la partita sono sempre i padroni di casa, che colpiscono poi un clamoroso palo al 95, che permette a tutti i tifosi del Chiasso di sognare per altri 6 giorni.

Appuntamento fissato dunque a giovedì, dove i rossoblù proveranno a fare l’impossible contro il Neuchatel Xamax.