Gianmarco Piccioli a 360° gradi

Una vita dedicata tutta al calcio momò prima di approdare nel suo Balerna

Si dice Balerna e si pensa a Piccioli. Gianmarco, attivo da una vita nel calcio momò, è sicuramente la pedina fondamentale del club neroblu, dove attualmente ricopre il ruolo di direttore sportivo. “Picc”, così chiamato, dedica da oltre 30 anni il suo tempo nel mondo del pallone, dove oltre a vedere numerose partite ogni settimana, lavora dietro le quinte per il suo Balerna.
Quando ho finito di giocare a calcio c’è stato un momento della mia vita che è cambiato: mi sono sposato e ho avuto dei figli. Poi ho cominciato a fare l’allenatore, allenando dapprima i ragazzi del Coldrerio, poi la prima squadra del Castello e anche del Novazzano” ci dice Piccioli. “A un certo punto mi sono stufato di stare sul campo e ho cosi cominciato a fare il dirigente. Ho cominciato nel comitato Novazzanese per poi fare il responsabile della prima squadra e da lì sono andato avanti a fare il dirigente” conlude Gianmarco. Insomma, una passione fuori dal comune quella del dirigente, che grazie alla suo “hobby” è riuscito a togliersi numerose soddisfazioni.
Noi lo abbiamo incontrato, non sul campo da calcio e nemmeno a casa, ma bensì dove Picc trascorre il suo tempo quando non lavora e non si trova su un rettangolo da gioco.

SHARE
Nato nel 1998, è attualmente un giardiniere paesaggista diplomato. In passato ha collaborato per quasi due anni con il portale Chalcio.com sia come fotografo e sia come membro della redazione.