La Coppa Ticino FTAL Laube- Greenkey chiuderà sabato 15 dicembre a Mendrisio la prima parte di stagione con la quarta tappa.
A soli sette giorni dal cross capriaschese, gli atleti nel parco di Casvegno si troveranno di fronte ad una gara completamente differente oltre al percorso nettamente più scorrevole anche le distanze saranno decisamente più brevi. L’atletica Mendrisiotto ebbe per prima l’idea dei “cross sprint” su distanze brevi e grazie ai circuiti di 500 m ed 1 km molto panoramici, il pubblico potrà gustarsi diversi passaggi degli atleti. A chiudere la giornata l’altra chicca dell’appuntamento momò la staffetta cross entrata anche nel programma dei grandi campionati internazionali. Ai recenti campionati europei le donne svizzere grazie a Fabienne Schlumpf e Delia Sclabas hanno ritrovato il podio.

Le classifiche di coppa Ticino sono attualmente di difficile lettura, viste le assenze di alcuni dei favoriti, ma gli atleti che trascorreranno il Natale al comando avranno posto una bella ipoteca alla vittoria finale.

Nella gara degli attivi che percorreranno 4 km nelle prime tre uscite la vittoria è stata per tre atleti differenti: l’unico campione svizzero assoluto di specialità Adriano Engelhardt (USA), il detentore della coppa Lukas Oehen (FGM) e il capriaschese Hassan Elazzaoui Elhousine, Roberto Delorenzi (USC) sempre a podio nella gara lunga ha però vinto in due occasioni il cross corto. Nel gruppo di testa ci sarà anche l’atleta di casa Tobia Pezzati. Sulla stessa distanza anche gli U20 dove Ismail Sebghatullah (SAL) è Imbattuto nonostante avversari di valore Enea Ratti (GAD), Mattia Verzaroli (GAB) ed i triathleti Sasha Caterina e Andrea Alagona. Tra gli M40 Elia Stampanoni ha forse la miglior occasione per sorprendere il fratello Jonathan che viaggia verso la vittoria in coppa. I bellinzonesi Enrico Cavadini e Gaetano Genovese invece potrebbero già prenotare la coppa.

Le donne gareggeranno sui 3 km Evelyne Dietschi (SAL) ha dominato le due prove in cui si è presentata dietro le giovani Emma Lucchina (Vigor), Cecilia Conforto-Galli (SAL) ed Elena Pezzati (ATM) duellano ad armi pari. Tra le U20 Rachele Botti (USC) è imbattuta, in sua assenza Chiara Ghielmini (Vigor) ha festeggiato una vittoria attenzione anche alle promettenti Elisa Bertozzi (USC) e Mara Moser (GAB). Tra le W40 Manuela Falconi (SFG Biasca) domina alle sue spalle bella lotta tra Jeannette Bragagnolo (GAB), Susanna Serafini (RCB) e Simona Lazzeri (GAD).

Tra gli U18 Daniele Romelli (Vigor) ha firmato un tris lasciando le briciole agli avversari. Alle sue spalle 5 atleti sono già andati a podio di cui un terzetto GAB con Luca Innocenti, Filippo Balestra e Siro Gentilini. Tra le ragazze la Virtus ha vinto le tre prove due con Zoe Ranzoni ed una con Cecilia Ferrazzini. Siria Cariboni (GAB) è la terza forza. Tra le U16 due triplette per la Vigor con Sara e Giulia Salvadé e Margherita Croci Torti attualmente al comando in coppa Cristina Maggetti (Virtus). Tra i ragazzi domina la Triunion che non ha diritto a partecipare alla coppa dietro la lotta è tiratissima al comando Yannis Müller (ASM).

Nelle categorie dei più giovani le gerarchie sembrano ben delineate con Gioele Demarco (ASM), Benedetta Bettega (SVAM), Tristan Piau (FGM) e Tosca Del Siro (GAD) a dettare il ritmo in testa.

Nella classifica per società l’USC Capriaschese, grazie al cross casalingo, ha preso decisamente in mano la situazione, a Tesserete la Vigor ha superato il GAB le due società sono ora praticamente appaiate nella lotta per il secondo rango.

La Coppa Ticino tornerà nel 2019 con il cross di Gordola che sarà valido anche come prova per la cross cup di Swiss Athletics.

*di Leonida Stampanoni / addetto stampa FTAL