Nel Mendrisiotto sono sufficienti le infrastrutture sportive in rapporto alle richieste delle società? Gli spazi oggi a disposizione soddisfano le esigenze dei club e dei gruppi sportivi che svolgono le loro attività sul territorio?

Queste ed altri quesiti sono sul tavolo di molti municipi del Mendrisiotto già da alcuni anni. Gli esecutivi sono infatti sempre più sollecitati da richieste di nuovi spazi da parte delle società sportive locali che non riescono più a rispondere in modo ottimale ai propri bisogni.
L’aumento demografico della popolazione, congiuntamente alle numerose associazioni sportive presenti nel Mendrisiotto, hanno portato alla saturazione dei centri sportivi esistenti incidendo spesso negativamente sulle attività.
Anche le mutate esigenze dello sport agonistico hanno fatto affiorare nel tempo diverse inadeguatezze nelle strutture dovute, per la maggior parte dei casi, alla loro longevità.

E’ giunto quindi il momento di far decollare il progetto pilota per “la pianificazione e la gestione in rete di nuovi centro sportivi nel Mendrisiotto e Basso Ceresio”
Il progetto, promosso dai Comuni di Coldrerio, Chiasso e Mendrisio sostenuto dell’Ente regionale per lo sviluppo, nasce quindi dall’esigenza di ottenere una visione d’insieme delle strutture esistenti e delle necessità dei bisogni futuri legati al mondo sportivo e d’ élite, nonché del turismo sportivo che è in forte crescita.

L’appello per questa “mappatura sportiva” è quindi rivolto alle numerose associazioni presenti nel Mendrisiotto che nei prossimi giorni si vedranno recapitare un formulario di sondaggio al quale i promotori del progetto chiedono di partecipare.
Lo studio che dovrà radiografare la situazione la situazione sul territorio e le necessità future è stato allestito da comal.ch e condotto da un gruppo di lavoro formato dai Capi Dicastero Sport dei comuni di Chiasso, Coldrerio, Mendrisio e dall’Ente Regionale per lo Sviluppo del Mendrisiotto e Basso Ceresio che a sua volta a coinvolto tutti i comuni della regione per ottenere un inventario dettagliato degli impianti sportivi oggi esistenti.
Sembra quindi crescere la volontà delle nostre istituzioni nel trovare una soluzione all’importante carenza di spazi sportivi. Come primo passo si fa quindi appello alle società sportive nel dare riscontro al sondaggio.

Vacallo e Stabio: futuro prossimo con nuove palestre?

In attesa dei risultati dello studio a Vacallo e Stabio si guarda già a nuove strutture. A Vacallo, legato al progetto di nuovo “Villaggio per gli anziani”, potrebbe sorgere una palestra doppia, mentre a Stabio, messo nel cassetto il progetto per un pallone pressostatico a copertura dei campi esterni delle Scuole medie, si attende da un anno luce verde per il credito di progetto addirittura per una palestra a tripla sala.