LIGORNETTO – A pochi giorni dalla vittoria nei campionati svizzeri, che hanno consegnato ad Irene Pusterla la medaglia d’oro nel salto in lungo grazie ad un balzo di 6,45 metri, abbiamo raccolto la reazione dell’atleta momò.

“Rientravo ai campionati svizzeri dopo quasi 3 anni di assenza (l’ultimo campionato svizzero outdoor è stato nel 2015) a causa dei numerosi infortuni che hanno segnato le ultime stagioni e a causa dei quali è stato necessario un lavoro di ricostruzione (della forza, velocità e tecnica) piuttosto complesso.
Tutto il lavoro svolto sta iniziando a dare i suoi frutti e di questo sono molto soddisfatta.
Ai campionati svizzeri ho sentito sin dalle rincorse di prova delle belle sensazioni, quelle che in passato mi avevano già fatta andare lontano, questo sicuramente mi ha dato sicurezza. La gara non è iniziata benissimo, ma nonostante ciò abbiamo mantenuto calma e concentrazione e al terzo salto sono passata in testa con il 6,45m a cui sono seguiti dei bei salti, l’ultimo in particolare molto bello, ma purtroppo nulli.
Questo titolo svizzero per me è molto importante, i salti fatti a Zofingen mi fanno finalmente dire “si, ce l’abbiamo fatta, stiamo uscendo dal tunnel”. E per questo ci tengo davvero a ringraziare tutte le persone che hanno continuato a crederci con me in questi anni difficili: il mio sponsor principale, la Banca Raiffeisen del Monte San Giorgio il cui sostegno è per me molto importate, la mia società Vigor Ligornetto, il mio allenatore e tutta la mia famiglia”.