Dopo due sconfitte subite, seppur di misura, contro Alte Kanti Aarau e SAM Massagno, la Pallacanestro Mendrisiotto era chiamata ad una reazione.
Compito non semplice per Capitan Summerer e compagni perchè per riassaporare la vittoria bisogna superare i Lugano Tigers U23, squadra ancora imbattuta nel campionato di 1LN.

I Tigers arrivano al Palapenz probabilmente con i favori del pronostico anche se le due sconfitte momò sono arrivate più per cali di concentrazione che per un’oggettiva superiorità dell’avversario.
Ebbene, mercoledì sera, la RPM ha sfoderato una partita tutto cuore e grinta riuscendo a mantenere per tutto l’arco dell’incontro lucidità disciplina e sangue freddo anche quando, sotto di 12 punti a metà del 3/4, qualcuno in tribuna già pregustava il quarto successo consecutivo bianconero.

Coach Frasisti ha saputo gestire bene il mentale dei suoi ragazzi che non hanno mai perso di concentrazione. Un successo costruito in difesa che, minuto dopo minuto, innervosisce Lugano incapace di trovare soluzioni in attacco affidandosi sempre più alle singole individualità che vanno però regolarmente a sbattere contro il muro difensivo biancoazzurro. Il 4/4 vede i momò iniziare con una difesa a zona grintosa capace di recuperare una quantità importante di palloni. Il riagganciato ed il sorpasso decisivo avviene a pochi minuti dalla fine.

Per la Pallacanestro Mendrisiotto un successo convincente e meritato che sottolinea l’ottimo lavoro che lo staff tecnico e dirigenziale dei momò sta svolgendo settimana dopo settimana.

Il prossimo appuntamento sarà di quelli da non perdere.
Mercoledì 31 ottobre, palla a due alle 20.30, al Palapenz di Balerna la Prima Squadra RPM affronterà i Lugano Tigers per i sedicesimi di finale di Coppa Svizzera.

Pallacanestro Mendrisiotto: 72
Lugano Tigers U23: 68

(16-14 / 15-22 / 20-21 / 21-11)