Sembrava filare tutto alla perfezione in casa Novazzano: la promozione, la ricerca andata a buon fine del nuovo allenatore e le conferme di una fetta importante del gruppo che si è meritatamente conquistato la promozione in Seconda Interregionale. Invece, in questi giorni qualcosa si è rotto. Non sappiamo precisamente cosa, e non vogliamo avventurarci in ipotesi campate per aria, ma la situazione a detta dei protagonisti non è delle più semplici.  Andrea Pain e Gianluca Iaconis, nonostante le parole rilasciate al nostro portale qualche settimana fa, lasceranno il club momò. Ma non saranno gli unici: Matteo Arnaboldi ha già il Castello nel suo futuro, il portiere Giordano Giglio non ha trovato il giusto accordo economico per poter proseguire a Novazzano e Mattia Piccioli è vicino al ritorno al Balerna. Insomma, il nuovo tecnico Damiano Meroni non potrà contare sulla colonna portante della scorsa stagione. E allora lanciamo una piccola provocazione: alla luce di quanto emerso, non era meglio mantenere intatto il gruppo, cercando di ripetersi nel massimo campionato regionale?

Nel frattempo abbiamo contattato l’esterno ex gialloblu Andrea Pain, con il quale abbiamo chiarito il motivo del trasferimento.

Andrea sai già dove andrete a giocare tu e Gianluca Iaconis?
“Si. Abbiamo deciso di continuare in Seconda Lega Regionale con la maglia del Paradiso. I biancoverdi sono un’ottima squadra, e assieme ci piacerebbe riuscire nuovamente a conquistare il campionato di Seconda Lega.”

Immagino che andare via da Novazzano non sia stato facile..
“No, per niente. Al termine del campionato avevamo promesso che saremmo rimasti solo se il gruppo sarebbe rimasto uguale. Purtroppo così non è stato, e quindi abbiamo deciso di intraprendere una nuova via. A Novazzano mi sono sentito sempre bene, quindi ci tengo nuovamente a ringraziare tutta la società e tutti i miei ex compagni per quello che hanno fatto per me .”

Appena terminato il campionato sia te che Iaconis avete rifiutato già alcune società. Come mai avete deciso il Paradiso?
“Come ti ho detto prima, il Paradiso è sicuramente una società che punta in alto. Paradiso è la squadra che ci ha offerto maggiori garanzie per restare al vertice. La stessa cosa vale pure per Gianluca. Siamo sicuri che abbiamo fatto la scelta migliore.”