Abbiamo avuto il piacere di scambiare qualche parola telefonicamente con Francesco Ardemagni, allenatore del Novazzano, alla vigilia del sentito derby con il Balerna.

14 vittorie e un solo pareggio. Un cammino impressionante e trionfale, “macchiato” solo dai due punti persi proprio contro il Balerna. Servirà qualcosa di più domani contro la squadra di mister Croci-Torti?

“Abbiamo preparato la partita al meglio, così come facciamo per ogni incontro. Nulla di più. Andiamo avanti per la nostra strada, tentando sempre di imporre il nostro stile di gioco e la nostra mentalità. Gli avversari, ai nostri occhi, sono tutti forti e competitivi allo stesso modo.”

La partita dell’andata è stata caratterizzata da un finale molto discusso. Pensa che potrebbe condizionare la testa dei suoi giocatori? E cos’è mancato per vincerla?”

“Per quel che riguarda i miei giocatori, certamente no. Siamo sereni e preparati a livello mentale e fisico. La partita dell’andata è stata viziata da un rigore a tempo scaduto che ci ha privato dei 3 punti, che davamo già per acquisiti. Chi era presente al campo sa di cosa sto parlando. Tuttavia non voglio tornare sulle polemiche. Mi auguro che domani la partita sia all’insegna del Fair play e del divertimento, come dovrebbe sempre essere.”

Una vittoria domani chiuderebbe definitivamente il campionato?

“Parlare di campionato chiuso a questo punto della stagione sarebbe da presuntuosi. Siamo certamente soddisfatti del percorso fatto fin’ora e ci godiamo il momento. Andiamo avanti, guardando partita dopo partita, senza preoccuparci della classifica. Per quello ci sarà tempo in futuro”.

SHARE
Nato nel 1997, frequenta il Liceo Cantonale di Mendrisio fino al 2016, anno in cui consegue la maturità. Da Agosto 2016 ad Agosto 2017 lavora presso l'Ente Turistico del Mendrisiotto e del Basso Ceresio. Appassionato di sport, tifoso della Juventus, collabora con Sportmomò per fare esperienza nel campo del giornalismo, in vista di un possibile futuro in esso.