Quella contro lo Xamax è stata per il Chiasso la prima vittoria stagionale, coronamento ad una serie di prestazioni che, dopo le preventivabili difficoltà iniziali dovute alle tante novità all’interno della rosa, sono state via via in crescendo. Nella serata del Riva IV, al netto di una prestazione collettiva decisamente buona, abbiamo cercato di evidenziare alcuni top e alcuni flop della partita. Ecco i nostri (puramente soggettivi) giudizi:

TOP:

Andrea Maccoppi – È sicuramente il giocatore di maggior esperienza all’interno della formazione rossoblù. Il classe ’87 è la vera testa pensante nel centrocampo di Raineri, capace di dettare tempi e “far girare” tutta la squadra. Insieme al grintoso Silva (bravissimo nel guadagnarsi il rigore decisivo) forma una coppia ben assortita e che si completa a vicenda.

Mark Sifneos – L’attaccante olandese subentra al 74′ con il Chiasso che aveva da poco incassato il pareggio, portando in campo quella fisicità che era fino a quel momento mancata. Sono sue le proiezioni sul finire di gara che permettono ai ticinesi di alleggerire la pressione ospite e trovare il meritato successo.

Younes Bnou Marzouk – Gol e assist per il capitano. In una serata nella quale il Chiasso cercava risposte proprio dai suoi leader, il 24enne non ha fatto mancare il proprio contributo. A volte si intestardisce troppo nel voler saltare l’uomo e non è senza colpe sul 2-2 della Xamax, ma un Marzouk in questa forma è imprescindibile per la salvezza del Chiasso.

FLOP:

Mathias Magnin – Autore fino a qui di un buon avvio di stagione, il giovane Magnin ha vissuto una serata difficile. L’espulsione del classe 2001 ha infatti permesso allo Xamax di invertire le sorti di una partita fino a quel momento dominata in lungo e in largo dai momò. Il secondo giallo, per quanto severo, è inoltre frutto di una trattenuta evitabile a centrocampo.

Merlin Hadzi – Subentrato al 63′ per dare nuovo slancio alle offensive rossoblù, il 22enne si è spesso trovato in difficoltà con la palla tra i piedi. La sua partita si è chiusa con una ripartenza in tre contro due decisamente mal gestita e che avrebbe potuto mettere la parola fine alla partita.

Neuchâtel Xamax – Della squadra che la scorsa stagione si è giocata fino all’ultimo la salvezza in Super League non v’è più traccia, i neocastellani hanno infatti proposto una prestazione imbarazzante al Riva IV. Nuzzolo e compagni, incapaci di contrastare i rossoblù a ranghi completi, sono sembrati sazi una volta raggiunto il 2-2, incassando poi la beffa su rigore all”83.