Gli assenti hanno avuto torto. Mercoledì sera al Palapenz di Balerna i ragazzi della Pallacanestro Mendrisiotto di 1LN hanno offerto un’ottima prova nei sedicesimi di finale di Coppa Svizzera che li vedeva opposti ai Lugano Tigers di LNA.

Chi prevedeva un monologo bianconero si è dovuto ricredere perchè i momò hanno saputo offrire quella grinta ed attitudine difensiva che in più fasi dell’incontro ha sorpreso la blasonata formazione luganese.

Il buon stato di forma della RPM di questo periodo lo si è visto già dalle prime battute dove Tessaro (miglior marcatore dell’incontro) e compagni sono riusciti a fare gara alla pari con il forte quintetto base ospite formato da Green, Stevanovic, Pollard, Willbourn e Berry. Agli affondi luganesi i momò rispondevano con una buona circolazione di palla e vincenti soluzioni al tiro.

Con il trascorrere del tempo la maggiore fisicità dei Tigers ed i troppi centimetri dei lunghi bianconeri sotto i tabelloni iniziano a scavare quel divario che risulterà poi incolmabile dai momò.

Mendrisiotto e Lugano fanno ruotare tutti i loro elementi favorendo situazioni di gioco di buona intesità e regalano ai padroni di casa la soddisfazione di prevalere nell’ultimo quarto di gioco grazie ad un parziale di 18 a 11 che ben riassume con quale atteggiamento i ragazzi di coach Frasisti hanno affrontato questa partita.

Per la Pallacanestro Mendrisiotto è ora di rituffarsi nel campionato di 1LN e difendere, sabato 10 novembre a Basilea contro gli Starwings, quel secondo posto in classifica conquistato con grande merito.

Pallacanestro Mendrisiotto – Lugano Tigers  67-89
(14-27 / 19-23 / 16-28 / 18-11)

Pall. Mendrisiotto: Tessaro 20, Ballabio, Picco 2, Keller, Erba, Summerer (Cap.) 6, Dotta 14, Bianchini 2, Bellarosa 2, Veglio 14, Iocchi 6, Caola M. 1

Lugano: Green 16, Stevanovic 2, Bracelli 6, Medolago 4, Cavadini 8, Pollard 5, Wilbourn 15, Affolter 8, Mussongo 8, Bortolin 4, Berry 8, Lukovic 5.