Partito dalle sponde del Ceresio durante lo stop della LNB per sostituire il coach della Winterthur colpito dal Covid-19, l’apprezzato tecnico italiano Valter Montini sarà nuovamente alla guida del Riva Basket nella stagione 2021-2022 di Lega nazionale B.

Più che un ritorno di Montini parlerei di una conferma di Montini – ci dice il Presidente Francesco Markesch raggiunto telefonicamente – Valter è stato liberato durante lo stop forzato della LNB per andare a concludere la stagione con una formazione di LNA che aveva perso il suo allenatore  a causa della pandemia. A fine stagione il Winterthur non lo ha riconfermato e noi lo abbiamo ripreso con molto piacere.

Con la partenza di Montini la panchina venne affidata all’esperto Scott Twehues che nella passata stagione rivestiva il ruolo di responsabile tecnico delle giovanili del Riva. “Scott ci aveva già anticipato prima della fine della stagione la sua impossibilità a seguire movimento giovanile e LNB – continua Markesch – Aveva quindi lasciato a noi del Comitato la decisione di trovare un nuovo sostituto. Per la Società la scelta su Montini fa grande piacere perché si tratta di una persona seria e che ha sempre dato tutto per il Riva Basket.

Il movimento giovanile femminile, fiore all’occhiello della Società momò, potrebbe quindi avere una nuova guida. “Scott è rimasto a disposizione per questo ruolo  – continua il Presidente – ma stiamo valutando attentamente se continuare ancora con lui o meno considerato che Scott vorrebbe diminuire il carico d’impegni.”

A questo punto lecito chiedersi quale Riva vedremo la prossima stagione. “Sarà ancora una squadra formata da giovani ragazze del vivaio da far crescere. Il nostro obbiettivo per la prossima stagione è quello di fare bella figura proponendo un basket di qualità.”

Una stagione 2021-2022 che vedrà la LNB schierare ben tre squadre ticinesi. A Riva Basket e Pallacanestro Bellinzona si aggiunge la Muraltese che torna a calcare i parquet svizzeri di lega nazionale. “Una trasferta lunga in meno per noi! – commenta in conclusione Francesco Markesch – lascio d altri valutare se hanno fatto la scelta giusta”.