Week end amaro per il Settore Giovanile dei Capolago Flyers: quattro passi falsi al debutto. Le quattro squadre impegnate, Juniori, Novizi, Mini e Kids, hanno steccato la prima partita della loro stagione, uscendo senza punti dalle varie trasferte. Fanno eccezione i Kids U9, impegnati in un torneo senza competizione.

Ad aprire le danze sono stati i Novizi U16, che nella giornata di sabato sono usciti sconfitti per 9-4 contro gli Eagles Vedeggio. Dopo aver aperto le marcature, i Flyers hanno incassato due gol in rapida successione prima di riequilibrare la contesa sul 2-2 poco prima della prima pausa. Anche il periodo centrale, dove le squadre sono andate in gol due volte per parte, è stato caratterizzato dall’equilibrio, ma poi purtroppo non c’è più stata partita. Complice un vistoso calo sul piano del gioco, i Flyers hanno incassato addirittura 5 reti nella frazione conclusiva, incassando al termine della partita un pesante 9-4. Queste le parole di Marco Larghi, il coach principale, al termine del match: “Sono soddisfatto dei primi due tempi dei ragazzi. Con voglia e caparbietà abbiamo provato ad applicare quanto fatto durante gli allenamenti. Vedo il bicchiere mezzo pieno”. Un po’ più critico, soprattutto per quanto successo nel terzo periodo il vice Christian Cetti: “Eravamo un po’ confusi, siamo andati nel pallone e non siamo stati in grado di reagire di fronte ai nostri avversari”. In rete per i Flyers: 0-1 Moro Fabian; 2-2 Buholzer Marco; 3-3 Pellegrini Primo; 3-4 Pellegrini Primo

Risultato simile anche per i Mini U13, che domenica mattina non sono andati oltre il 13-2 subito contro l’SC Sorengo. Seppur l’inizio sembrava promettere bene, con i giovani allenati da Bettoni in vantaggio per 2-1, i ragazzi non sono mai riusciti a mettere in pratica quanto lavorato nel precedente mese e mezzo, con i padroni di casa che hanno infilato poi 11 reti consecutive, stabilendo il risultato finale sul 13-2. Coach Flaviano però non si abbatte, e ricordando che prima viene il divertimento e poi la vittoria, si aspetta di vedere il vero potenziale della sua formazione già dalla prossima sfida. In rete per i Capolago: 1-1 Cremona Kevin; 1-2 Valsangiacomo Nicholas.

Trasferta lunga e amara anche per gli Juniori U19, che domenica pomeriggio sono usciti sconfitti per 10-3 contro il Bassecourt Eagles. Dopo una partenza più complicata del previsto, Coach Fontana si vede costretto a chiamare un Time Out già nel primo periodo, chiedendo immediatamente un cambiamento. Reazione della squadra che non tarda ad arrivare, visto che i Flyers riescono a segnare due marcature prima della fine del primo tempo (seconda rete di giornata segnata al 19:59) e con il risultato parziale di 3-2 per i padroni di casa. Nel secondo periodo le numerose penalità non aiutano i momò, con i giurassiani che riescono a prendere un po’ di margine grazie al risultato di 5-3 al termine del secondo terzo. Stanchi dal viaggio e privi di alcuni giocatori, i ragazzi pagano le fatiche extra nell’ultimo tempo, quando gli Eagles riescono a segnare altre 5 marcature, mentre i Capolago Flyers rimangono a secco di marcature. Seppur con il risultato finale di 10-3, l’allenatore può dichiararsi soddisfatto dall’attitudine e dall’anima che i suoi giocatori hanno dato. Nonostante nell’ultimo terzo la pallina non voleva entrare, le note positive non mancano, visto che 3 giocatori hanno potuto festeggiare l’esordio in categoria assieme al neo-debuttante nel mondo dell’inline Colombi, proveniente dall’hockey su ghiaccio. Reti Flyers: 3-1 Braga Davide; 3-2 Mannai Sofian; 4-3 Braga Davide

Come preannunciato in precedenza, discorso diverso per i nostri Kids U9, che nella mattinata di domenica hanno disputato contro il Sorengo una partita senza risultato, visto che la categoria U9 non prevede nessun tipo di competizione. Con la partecipazione di ben 16 bambini, i presenti hanno potuto divertirsi e passare una bella giornata all’aria aperta

Appuntamento col riscatto previsto in casa il prossimo week end, dove purtroppo si dovrà giocare ancora a porte chiuse in quanto le nostre categorie non sono d’Elite e non rientrano nei criteri per poter accogliere il pubblico.